Skip to content Skip to footer

Dona un pasto alle famiglie in difficoltà

Condividi un pasto

Banco Alimentare dal 1989 recupera in Italia alimenti ancora integri e non scaduti che sarebbero però destinati alla distruzione, perché non più commercializzabili. Salvati dallo spreco, riacquistano valore e diventano risorsa per chi ha troppo poco.

La Rete Banco Alimentare opera ogni giorno in tutt’Italia attraverso 21 Organizzazioni Banco Alimentare dislocate su tutto il territorio nazionale, secondo le linee guida della Fondazione Banco Alimentare Onlus.

Grazie al programma “Siticibo” quotidianamente Banco Alimentare effettua anche il recupero di cibo e alimenti freschi. Gli alimenti recuperati sono distribuiti gratuitamente a circa 7.500 strutture caritative convenzionate con le Organizzazioni Banco Alimentare territoriali, consentendo loro di fornire, ogni anno, aiuto alimentare a circa 1.500.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 140.000 bambini da 2 a 7 anni.

La pandemia da COVID-19 ha causato una vera e propria emergenza sociale nel nostro Paese.

L’incremento della domanda di aiuti alimentari degli ultimi mesi è stata una delle più evidenti conseguenze dell’aumento della povertà: tra marzo e giugno di quest’anno si è registrato un incremento del 40% della distribuzione di pacchi alimentari in tutta Italia, con punte per il Sud del 70%.

Si stima, inoltre, che oltre due milioni di famiglie scivoleranno nella povertà assoluta a causa della crisi economica, determinata dalle misure di contenimento del virus.

I voti raccolti si sono trasformati in donazione!
PwC Italia ha erogato 15.000 euro a Fondazione Banco Alimentare per supportare la distribuzione di prodotti alimentari pari a oltre 338.000 pasti che, attraverso le strutture caritative convenzionate, arriveranno sulle tavole di tante famiglie in difficoltà.

 

www.bancoalimentare.it